Il solfato è tra i fertilizzanti di maggiore importanza per arativi e terreni da pascolo

La necessità dell’applicazione di zolfo

È ormai appurato che il solfato è tra i fertilizzanti di maggiore importanza per arativi e terreni da pascolo. Eppure la maggior parte dei terreni agricoli non riceve un’applicazione di routine.

La carenza di zolfo è attualmente diffusa e nel Regno Unito, per esempio, la risposta in termini di resa ad applicazioni invernali di solfato per il grano può essere fino al 30% in alcuni casi, e in media è del 6%. Nelle colture di brassicacee il beneficio è maggiore: gli esperimenti mostrano come nel caso della colza si possa avere una risposta in termini di resa fino all’80% in più.

Una nota Zolfo per cereali e colza è stata recentemente è stata recentemente pubblicata nel Regno Unito da HGCA.

% DI AREA DI ALCUNE COLTURE BRITANNICHE CHE RICEVONO ZOLFO
% DI AREA DI ALCUNE COLTURE BRITANNICHE CHE RICEVONO ZOLFO

Nonostante ciò, le applicazioni di solfato alle colture rimangono comunque basse. Solo il 42% delle colture di cereali riceve applicazioni di routine. Per quanto riguarda la colza, nonostante i benefici appurati, solo il 65% delle colture riceve il solfato di cui vi è bisogno. Per quanto tutte le colture ne possano trarre beneficio, è possibile che le applicazioni siano state limitate dalla mancanza di un fertilizzante solfatico di facile diffusione ed economico.

Storicamente, nei paesi industrializzati, gli arativi e i terreni da pascolo non hanno mai richiesto l’applicazione di solfato. La combustione del carbone ha sempre assicurato un più che abbondante apporto di zolfo grazie alla deposizione atmosferica.

Le normative di riduzione delle emissioni hanno fatto sì che la deposizione sia ora solo una frazione rispetto al passato. Di conseguenza, ampie aree di terra coltivata sono ora carenti di zolfo: in particolare quelle con suoli più leggeri o precipitazioni inferiori.

EMISSIONI DI ZOLFO (COME SO2) IN ALCUNI PAESI DELL'EUROPA OCCIDENTALE
UNECE/EMEP, 2010
EMISSIONI DI ZOLFO (COME SO<sub>2</sub>) IN ALCUNI PAESI DELL'EUROPA OCCIDENTALE

Azoto (N) e zolfo (S) sono entrambi costituenti essenziali di proteine vegetali e animali, per cui, ora che lo zolfo non è più liberamente disponibile dell’atmosfera, ogniqualvolta vengono applicati fertilizzanti azotati vi è una necessità di equilibrarli con fertilizzanti solfatici per assicurare resa e qualità.

Legumi come piselli e fagioli, e foraggi come erba medica e trifoglio, che fissano l’azoto atmosferico ma si trovano ora deprivati di zolfo in quantità corrispondente, avrebbero quasi certamente una buona risposta a un fertilizzante a base di solfato.

Il Polysulphate™ website introduce a Polysulphate, fertilizzante base solfato. Questo nuovo prodotto viene estratto nel Regno Unito, e con il 48% di SO3, offre una nuova fonte di solfato affidabile e rapidamente disponibile.